CATANIA, 15 LUGLIO DALLE ORE 17.00 ALLE 21.00

Partecipa al 95° evento OSA dedicato agli imprenditori.

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI ​

Osa non è per tutti. Richiedi la partecipazione alla prossima serata riservata agli imprenditori.
Inserisci la tua email aziendale per accedere alla richiesta di partecipazione.

OSPITI DELLA SERATA

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI

Il ruolo del Temporary Export Manager

Una panoramica generale sull’internazionalizzazione delle PMI italiane, aziende storicamente a forte vocazione esportatrice. Pianificazione e studio di una strategia mirata alla realizzazione di qualsiasi progetto di export o internazionalizzazione, con tutte le problematiche del caso: barriere linguistiche, mancata sinergia tra le varie unità aziendali, difficoltà produttive. Verrà analizzata la figura del Temporary Export Manager (TEM), di importantissimo ausilio a quelle aziende intendono avviare nuove strategie di export affidandosi ad esperti di commercio estero.

10 punti che verranno trattati nel corso dell’intervento:

  1. PMI italiane e export: uno sguardo d’insieme
  2. Cosa si intende per internazionalizzazione
  3. Le ragioni per internazionalizzare e non internazionalizzare
  4. La pianificazione di una strategia di export: dall’export check-up al business plan per l’export
  5. Lo studio del mercato di riferimento
  6. Analisi della normativa del mercato target: esempi pratici
  7. L’organizzazione della strategia commerciale
  8. Gli aspetti legali: focus contratto di distribuzione
  9. Il Temporary Export Manager (TEM): consulente per l’export
  10. Le attività tipo di un TEM

Stefano Rossi | Avvocato

Stefano Rossi è socio fondatore di Studio RBM e si occupa di assistenza giudiziale e stragiudiziale nelle materie del diritto civile e commerciale, contrattualistica nazionale ed internazionale. Specializzato in consulenza direzionale in tema di export e internazionalizzazione d’impresa.

CAPITALE COGNITIVO EMOZIONALE

Controllo e gestione dell’asset più importante dell’azienda

La salute dell’azienda va di pari passo con la salute del capitale cognitivo e emozionale dei collaboratori, a qualsiasi livello, ruolo e anzianità. L’inventario utile all’azienda non è tanto quello delle “macchine” o “attrezzature” che l’azienda possiede, quanto piuttosto quello delle soft skill di ogni singolo collaboratore, differenti in base ai diversi tipi di attività in azienda.

12 punti che verranno trattati nel corso dell’intervento

  1. Cosa pianifico e socializzo: Lobo Frontale
  2. Resilienza e flessibilità cognitiva
  3. Empatia e cognizione sociale
  4. Working memory
  5. Cosa ricordo e comunico: Lobo Temporale
  6. Comprensione metaforica
  7. Comunicazione pragmatica
  8. Memoria autobiografica e storica
  9. Cosa vedo: Lobi Parietale e Occipitale
  10. Ottica perimetrica
  11. Previsione di velocità e di direzione di spostamento
  12. Cosa sento e provo: Sistema Nervoso Autonomo o SNA

Angela Cantagallo | Neurologa

Medico specializzato in neurologia e medicina riabilitativa, esperto di riabili-tazione neurologica e neuropsicologica: fra i suoi casi clinici Federico Fellini. Docente presso gli Atenei di Padova e Torino, ha tenuto oltre 500 corsi. È writer e revisore di riviste scientifiche internazionali del campo delle neuro-scienze e autrice di 3 libri specialistici (Valutazione e Riabilitazione delle Funzioni Esecutive, Riabilitazione secondo le Evidence Based Medicine, Te-le-riabilitazione e Ausilii).

LA RIVOLUZIONE DEL FINTECH

Rischi e opportunità per le imprese

Le aziende italiane da una parte hanno esigenze finanziarie crescenti, legate alle necessità di maggiori competitività richieste dalla globalizzazione, dall’altra subiscono le conseguenze di un sistema bancario lento, che fa fatica ad innovare la propria offerta in termini di nuovi prodotti, con normative sempre più stringenti.

Sui mercati globali però ci sono operatori finanziari sia corporate che private che usano la tecnologia per offrire servizi finanziari innovativi, interpretano nuovi modelli di business e aprono nuove opportunità sia per la clientela retail che per il mondo delle imprese, per le quali si profilano nuove interessanti opportunità.

Le soluzioni fintech possono rappresentare una valida alternativa alla finanza tradizionale, soprattutto se se ne sapranno cogliere fino in fondo le nuove regole e le nuovi condizioni che un mercato aperto, disintermediato e globale porranno al mondo dell’industria e dei servizi.

Oggi più che mai è quindi indispensabile per l’imprenditore conoscere il linguaggio, la tecnologia e le regole d’ingaggio dettate dagli operatori della nuova finanza tecnologica. Ma soprattutto diventa indispensabile avere un quadro chiaro dei rischi che l’attendono, ma anche delle grandi opportunità che si possono aprire grazie a queste nuove rotte della finanza mondiale. 

10 punti che verranno trattati nel corso dell’intervento:

  1. Cos’è il fintech
  2. Market overview
  3. I driver della trasformazione
  4. Il fintech in Italia
  5. Una trasformazione culturale: cosa c’è e cosa manca
  6. Nuovi strumenti per l’impresa
  7. Soluzioni tradizionali VS fintech: pro e contro
  8. Un focus di mercato: l’invoice management
  9. Case history
  10. Come prepararsi alla trasformazione
sisti

Enzo Sisti | CEO presso MyCreditService

Senior manager nella multinazionale della consulenza Ernest & Young, è stato consulente di strategia e finanza d’impresa per aziende, start-up high tech e fondi d’investimento. Ha conseguito un Ph.D in filosofia della scienza e un master in finanza d’impresa. Nel 2016 è entrato nella compagine della società Credit Service, assumendone la guida strategica e contribuendo a lanciarla nel mondo del fintech. Oggi è il CEO della società MyCreditService e si occupa dello sviluppo strategico dell’impresa.

Per diventare un membro di OSA Community devi:

- Avere un’azienda tua o esserne socio, con almeno 5 collaboratori
- Avere tempo da dedicare alla crescita personale
- Credere nei valori della condivisione

Accedi alla prenotazione della prossima serata di OSA Community con la tua email aziendale.

TRE ANNI
DI SUCCESSI IMPRENDITORIALI

Speaker di grande valore ed esperti riconosciuti in diversi settori, eventi all’insegna della crescita del tuo business e temi di grande spessore contenutistico, offerti negli ultimi due anni a 250 aziende PMI.
Nelle serate di OSA Community si parla di sfide e opportunità che difficilmente vengono affrontate nelle associazioni di categoria: è un punto di incontro, collaborazione e conoscenza dei migliori imprenditori italiani.
Un approccio concreto che supporta e crea le condizioni per la crescita e lo sviluppo dei propri soci.

9.720

Minuti di puro valore

1080

Call to action

216

Speech

72

Serate

6

Sedi nazionali

3

OSA weekend

3

Visite aziendali

2

Speed date

Per diventare un membro di OSA Community devi:

- Avere un’azienda tua o esserne socio, con almeno 5 collaboratori
- Avere tempo da dedicare alla crescita personale
- Credere nei valori della condivisione

Accedi alla prenotazione della prossima serata di OSA Community con la tua email aziendale.

I PROSSIMI EVENTI OSA

Per diventare un membro di OSA Community devi:

- Avere un’azienda tua o esserne socio, con almeno 5 collaboratori
- Avere tempo da dedicare alla crescita personale
- Credere nei valori della condivisione

Accedi alla prenotazione della prossima serata di OSA Community con la tua email aziendale.

Copyright © OSA Community by Mete srl – Via Gran Sasso 6 – 20823 Lentate sul Seveso (MB)P.iva/C.F. 06888540967 – Registro delle imprese di MILANO Numero Rea:1921201 – Capitale sociale versato: 10.000€ | PrivacyPolicy

Seguici: