MILANO, 17 MARZO DALLE ORE 17.00 ALLE 21.00

Partecipa al 142° evento OSA dedicato agli imprenditori.

CEO BRANDING, COME SFRUTTARE I SOCIAL E LINKEDIN PER FARE LA DIFFERENZA

Osa non è per tutti. Richiedi la partecipazione alla prossima serata riservata agli imprenditori.
Inserisci la tua email aziendale per accedere alla richiesta di partecipazione.



    Accetto la cessione dei dati a partner di Mète per fini di marketing

    OSPITI DELLA SERATA

    CEO BRANDING, COME SFRUTTARE I SOCIAL E LINKEDIN PER FARE LA DIFFERENZA

    Costruire l’immagine dell’imprenditore sui social per spiccare.

    Oggi gli utenti non seguono marchi, fabbriche, ma le persone e i loro valori.  Costruire una adeguata percezione dell’imprenditore online, partendo dal proprio profilo personale al modo in cui vengono creati i prodotti/servizi che eroga, è essenziale per spiccare e fare la differenza. 

    Tanti investimenti in digital marketing risultano fallimentari proprio perché l’imprenditore che deve prendere le decisioni spesso non sa valutare il lavoro che viene fatto dall’agenzia o dal fornitore di turno. Spesso inoltre si viene confusi con la concorrenza e non si sfrutta la forza dirompente di LinkedIn nel creare contatti di valore. 

    10 punti che verranno trattati nel corso dell’intervento: 

    1. CEO Branding: posizionamento dell’imprenditore 
    2. Social Media Marketing, evoluzioni e trend 
    3. L’algoritmo nei social media potenzia la figura del CEO 
    4. Occhio alla privacy sui nostri profili 
    5. il megafono in mano ad ogni dipendente, come sfruttarlo? 
    6. Evoluzione di LinkedIn 
    7. Pubblicazioni e pubbliche relazioni via LinkedIn 
    8. Come l’imprenditore può agire a livello commerciale su LinkedIn 
    9. Esempio di formazione su LinkedIn fatta al management e perché è interessante farla 
    10. Esserci per esserci sui social vale la pena? Porta fatturato?
    Dal Maso

    Davide Dal Maso

    Social Media Coach, affianca gli imprenditori nel posizionarsi sui social media come executive e come aziende. In 4 anni ha formato più di 90 aziende nell’usare i social in modo più efficace. Top Forbes Under30, fondatore della no-profit Movimento Etico Digitale per portare consapevolezza a ragazzi e genitori in tutta Italia sulle “potenzialità e rischi del web” attraverso una rete di formatori-volontari appassionati di digitale.

    COSTRUIRE UN’ORGANIZZAZIONE DI VENDITA VELOCE E AUTOMATICA GRAZIE AL CRM

    Internet ha cambiato il processo di acquisto, deve cambiare anche il processo di vendita. 

    La crescita e la diffusione di internet hanno completamente cambiato la società. Siamo passati dal paradigma della scarsità delle informazioni, su cui i venditori e di conseguenza le aziende hanno fatto la fortuna nei 50 anni precedenti, all’abbondanza delle informazioni, rendendo l’attenzione una risorsa scarsa e limitando di conseguenza il potere del venditore.

    Il CRM é la cassaforte della funzione di vendita e delle fonti di fatturato di tutta l’azienda, ma non è mai questione di tecnologia, bensì di processo. Uno sconvolgente 68% dei venditori agisce in una maniera tale da peggiorare le performance delle vendite, mentre più dell’80% degli acquirenti non vuole neanche entrare in contatto con un venditore durante la fase iniziale di awareness del loro processo d’acquisto.

    Internet ha cambiato il processo di acquisto, ora deve cambiare il processo di vendita. In questo caso il venditore è utile se porta valore e non fornisce informazioni generiche nel percorso di acquisto del consumatore. Bisogna ricordare poi che il web è un venditore instancabile che lavora 24 ore al giorno: bisogna quindi creare engagement e una community attorno a ciò che si vuole vendere. 

    5 punti che verranno trattati nel corso dell’intervento:

    1. Inbound Sales
    2. CRM
    3. Automation: creare efficienza, processi, valore per il cliente
    4. Come aumentare la velocità dei sales
    5. Servono più sales o un processo di lead generation?
    Massimo Calabrese

    Massimo Calabrese - COO e Partner di Guanxi

    Dopo il conseguimento della laurea in ingegneria gestionale inizia la carriera occupandosi di consulenza direzionale in aziende multinazionali. Ha ricoperto  il ruolo di Product Marketing Manager e successivamente di Sales District Manager per Fiat SpA e CNH Industrial SpA. Dal 2012 si dedica allo sviluppo di un approccio sistemico per la definizione o la trasformazione di modelli di business digitali orientati al cliente. Dal 2014 Partener e COO di Guanxi s.r.l., società di consulenza strategica in ambito digital. Fonda poi Alula, piattaforma di Marketing Automation, inoltre è mentor e partner di startup tecnologiche.

    COME L’IMPRENDITORE PUÒ DIFENDERSI DALLA CONCORRENZA SLEALE

    Cautele e rimedi contro la concorrenza illecita, per far valere i diritti dell’imprenditore.

    La libertà della concorrenza implica il rispetto dei doveri di correttezza professionale, la cui violazione può dare luogo a varie forme di concorrenza sleale. Impone comunque che le imprese adottino la massima diligenza possibile nell’esercizio della loro attività economica, non solo per prevenire che si verifichino fatti di concorrenza sleale, ma anche per riuscire a far valere i loro diritti in giudizio. 

    La libera concorrenza è il principio economico del progresso, dello sviluppo, dell’evoluzione; il principio che permette agli imprenditori di crescere e migliorarsi di continuo. Tale principio implica anche la necessità di numerosi e continui sforzi, anche economici, verso l’eccellenza. Ecco perché chi cerca indebite scorciatoie per il successo va fermato il più presto possibile: chi vuole intimorire il concorrente più debole va combattuto.

    10 punti che verranno trattati nel corso dell’intervento:

    1. La libertà della concorrenza e la correttezza professionale
    2. I divieti di concorrenza 
    3. I patti di non concorrenza
    4. La violazione del dovere di fedeltà
    5. La concorrenza sleale
    6. Cautele e rimedi contro la concorrenza dei dipendenti
    7. Cautele e rimedi contro la concorrenza degli ex dipendenti
    8. Cautele e rimedi contro la concorrenza dei soci e degli amministratori
    9. Cautele e rimedi contro gli ex agenti
    10. Cautele e rimedi contro la concorrenza dei terzi
    Copia di Buccella

    Alfredo Buccella | Avvocato

    Laureato con lode e Specialista con lode in Diritto civile, si è formato presso lo studio legale dei professori Raffaele e Nicola Rascio. Founder di Buccella & Associati – Diritto delle Imprese. Fondatore del blog concorrenzaslealeaddio.it, primo ed unico portale che si occupa esclusivamente di concorrenza sleale. Aiuta le imprese a trovare soluzioni alle questioni giuridiche attinenti alla concorrenza, suggerendo le best practice per prevenire o affrontare al meglio i contenziosi in materia di proprietà industriale e concorrenza sleale.

    Per diventare un membro di OSA Community devi:

    - Avere un’azienda tua o esserne socio, con almeno 5 collaboratori
    - Avere tempo da dedicare alla crescita personale
    - Credere nei valori della condivisione

    Accedi alla prenotazione della prossima serata di OSA Community con la tua email aziendale.



      Accetto la cessione dei dati a partner di Mète per fini di marketing

      TRE ANNI
      DI SUCCESSI IMPRENDITORIALI

      Speaker di grande valore ed esperti riconosciuti in diversi settori, eventi all’insegna della crescita del tuo business e temi di grande spessore contenutistico, offerti negli ultimi due anni a 600 Imprenditori. 
      Nelle serate di OSA Community si parla di sfide e opportunità che difficilmente vengono affrontate nelle associazioni di categoria: è un punto di incontro, collaborazione e conoscenza dei migliori imprenditori italiani.
      Un approccio concreto che supporta e crea le condizioni per la crescita e lo sviluppo dei propri soci.

      9.720

      Minuti di puro valore

      1080

      Call to action

      216

      Speech

      72

      Serate

      6

      Sedi nazionali

      3

      OSA weekend

      3

      Visite aziendali

      2

      Speed date

      PERCHÉ PARTECIPARE

      PER FORMARSI

      Apprendi nuove strategie e tecniche aziendali concrete e applicabili

      PER CRESCERE

      Nuove opportunità di business e strumenti per far crescere la tua azienda

      PER CONDIVIDERE

      Confronto con i migliori imprenditori italiani con cui condividere idee per il futuro

      Per diventare un membro di OSA Community devi:

      - Avere un’azienda tua o esserne socio, con almeno 5 collaboratori
      - Avere tempo da dedicare alla crescita personale
      - Credere nei valori della condivisione

      Accedi alla prenotazione della prossima serata di OSA Community con la tua email aziendale.



        Accetto la cessione dei dati a partner di Mète per fini di marketing

        Copyright © OSA Community by Mete srl – Via Gran Sasso 6 – 20823 Lentate sul Seveso (MB)P.iva/C.F. 06888540967 – Registro delle imprese di MILANO Numero Rea:1921201 – Capitale sociale versato: 10.000€ | PrivacyPolicy

        Seguici:

        ATTENZIONE

        OSA

        non si ferma

        A seguito del DPCM del 25 ottobre 2020 tutti gli eventi OSA Community si terranno con formula on-line e da remoto, fino a nuova comunicazione e in ogni caso nel rispetto delle disposizioni di legge vigenti.