MILANO, 4 GIUGNO DALLE ORE 17.00 ALLE 21.00

Partecipa al 84° evento OSA dedicato agli imprenditori.

COME RACCOGLIERE CAPITALI DAGLI INVESTITORI PER LA TUA IMPRESA

Osa non è per tutti. Richiedi la partecipazione alla prossima serata riservata agli imprenditori.
Inserisci la tua email aziendale per accedere alla richiesta di partecipazione.

OSPITI DELLA SERATA

COME RACCOGLIERE CAPITALI DAGLI INVESTITORI PER LA TUA IMPRESA

Ad oggi le Startup in crescita non sanno come reperire capitali per lo sviluppo del loro business.
La creazione di modello di Business che possa portare a dei guadagni è difficile e non sempre le Startup riescono in questo intento al primo tentativo con una dispersione di budget molto importante.
Il risultato è una startup che non produce il fatturato sperato e vive della difficoltà della mancanza di capitali dedicati allo sviluppo e alla crescita del business.

Come fare?
Come reperire capitali e fare fundraising convincendo gli investitori ad investire sulla propria azienda in crescita?

10 punti che verranno trattati nel corso dell’intervento:

  1. Presentazione del relatore Antonio Chieffo
  2. Breve introduzione della storia personale e del percorso del relatore A. C.
  3. Esempio di azienda con modello di business da rivedere
  4. Come presentarsi ad un investitore
  5. quali domande vengono fatte dagli investitori agli imprenditori su cui devono investire?
  6. Quali errori non commettere nel presentarsi ad un investitore
  7. Cosa si intende con: Strategie di Way-out
  8. L’importanza delle pr e delle relazioni per reperire capitali e far crescere la propria azienda
  9. canali strategici di fundraising e reperimento capitali . (canali istituzionali o clubdeal)
  10. conclusioni
chieffo

Antonio Quintino Chieffo | Angel Investor

15 anni di esperienza nel mondo private equity e venture capital. Esperto di valutazioni aziendali e modelli di business per startup.

IL PROCESSO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE CON I MARKETPLACES

La aziende italiane fanno fatica a esportare i loro prodotti e a internazionalizzarsi in
quanto poco strutturate e quindi con dei limiti legati soprattutto alla logistica e ai
suoi processi interni.

I prodotti italiani sono sempre più richiesti e le aziende italiane fanno fatica a farsi
conoscere e a far arrivare i prodotti fuori i confini italiani perdendo una grossa fetta
di mercato.

I budget Marketing e comunicazione per farsi conoscere all’estero e creare un
bacino di utenza sono importanti e solo le grandi aziende possono permetterselo.

Una delle soluzioni è sicuramente utilizzare il bacino di utenze fidelizzato dei
Marketplace e quindi arrivare al pubblico facendosi conoscere.

I vantaggi sono :
– Bacino di utenza già presente
– Costi accessibili di marketing e posizionamento
– Utilizzo del servizio di logistica del marketplace
-Processo logistico interno inalterato
– Presenza a livello internazionale
– Possibilità di trovare distributori esteri

Perché è importante parlare di questo tema? 

È importante perché analizzando la possibilità di approcciare e presidiare i
marketplace possono nascere opportunità legate all’apertura di nuovi canali di
vendita.

10 punti che verranno trattati nel corso dell’intervento:

  1. Le opportunità del web;
  2. La vendita online;
  3. Cosa è un Marketplace;
  4. Quali sono i principali Marketplace;
  5. Qual’è il marketplace più adatto al tuo Business;
  6. I vantaggi del Marketplace;
  7. Gestione strategica del Marketplace;
  8. Gestione logistica del Marketplace;
  9. Presenza Internazionale;
  10. La giusta scelta strategica – analisi di fattibilità
Gianluca Gatti LND

Gianluca Gatti | Imprenditore

Founder di WAC – Web Al Chilo, con esperienza pluriennale nel lancio di Store on line nei principali Marketplaces favorendo il processo di Internazionalizzazione di alcune importanti aziende italiane ed estere.

Competenze principali :
– Analisi di mercato
– Apertura e gestione Store nei Marketplace
– Gestione logistica internazionale
– Strategia marketing

PERCHÈ SBAGLIARE FA BENE: APPRENDERE DAI PROPRI ERRORI

Tecniche e strumenti per trasformare il fallimento in una opportunità.

Il termine “fallimento” va oltre la mera definizione giuridica per assumere un significato simbolico che investe la persona e la sua l’identità. Numerose ricerche mettono in evidenza come la società italiana abbia una mancanza di una sana cultura del fallimento. Pochi provano per la paura di fallire e commettere errori, perché sono vissuti come marchi indelebili, uno stigma sociale invalidante che mina l’autostima e mette in discussione desideri e capacità.

La paura del fallimento è però un ostacolo reale all’innovazione, alla creatività e alla reale espressione delle proprie capacità. Sapere quindi che sbagliando si impara è solo un punto di partenza. La scienza infatti conferma che senza un approccio metodico al fallimento si rischia di commettere sempre gli stessi errori. Chi ha fallito quindi non ha probabilità più alte di avere successo, a meno che non impari ad analizzare gli errori commessi e dal fallimento non tragga spunti utili per modificare il proprio modo di pensare, di agire e fare business.

10 punti che verranno trattati nel corso dell’intervento:

  1. Cosa si intende per errore e fallimento
  2. La percezione soggettive e oggettiva del fallimento
  3. La logica degli errori nei sistemi complessi
  4. Le diverse tipologie di errori
  5. Mindset fisso e mindset dinamico
  6. Metodi per apprendere dai propri errori
  7. Il cv fallimentare
  8. Rof: ritorno sul fallimento
  9. Lo storytelling aziendale
  10. Come creare ambienti di lavoro in cui il buon errore sia fonte di innovazione e creatività
corrado

Francesca Corrado | Autrice del libro “Il Fallimento è rivoluzione. Perché sbagliare fa bene”

Laurea in Economia Politica e Dottorato di ricerca internazionale in Storia del Pensiero economico, attualmente sta frequentando l’executive MBA dell’Università Bocconi. Ideatrice e Presidente di Scuola di Fallimento e di Play Res. Autrice del libro “Il Fallimento è rivoluzione. Perché sbagliare fa bene”, pubblicato da  Sperling&Kupfer.

SOTTO CYBER-ATTACCO

Come difendersi dai (nuovi) criminali informatici

I nuovi criminali agiscono con strumenti informatici sempre più raffinati e meno costosi. Questo comporta un alto rischio per le persone e per le aziende, che devono essere consapevoli di cosa vanno incontro, per difendersi al meglio. Gli imprenditori pensano di non essere possibili obiettivi, ma le attività criminali, invece, colpiscono indistintamente a tappeto qualsiasi dispositivo sia connesso ad internet.

7 punti che verranno trattati nel corso dell’intervento:

  1. Scenario attuale: il valore delle informazioni
  2. Le nuove minacce
  3. Le difese attuali
  4. Zero Day
  5. Il fattore H
  6. Consapevolezza e prevenzione
  7. Cosa fare da subito

Marco Govoni | Esperto in Sicurezza IT

Nel mondo delle telecomunicazioni dal 1993, ha lavorato con i più importanti provider italiani, negli ultimi anni focalizza la sua attività nei servizi ICT e sulla cybersecurity per le imprese PMI. Appassionato di tool digitali, è stato uno dei primi Evernote Certified Consultant in Italia. 

Per diventare un membro di OSA Community devi:

- Avere un’azienda tua o esserne socio, con almeno 5 collaboratori
- Avere tempo da dedicare alla crescita personale
- Credere nei valori della condivisione

Accedi alla prenotazione della prossima serata di OSA Community con la tua email aziendale.

TRE ANNI
DI SUCCESSI IMPRENDITORIALI

Speaker di grande valore ed esperti riconosciuti in diversi settori, eventi all’insegna della crescita del tuo business e temi di grande spessore contenutistico, offerti negli ultimi due anni a 250 aziende PMI.
Nelle serate di OSA Community si parla di sfide e opportunità che difficilmente vengono affrontate nelle associazioni di categoria: è un punto di incontro, collaborazione e conoscenza dei migliori imprenditori italiani.
Un approccio concreto che supporta e crea le condizioni per la crescita e lo sviluppo dei propri soci.

9.720

Minuti di puro valore

1080

Call to action

216

Speech

72

Serate

6

Sedi nazionali

3

OSA weekend

3

Visite aziendali

2

Speed date

PERCHÉ PARTECIPARE

PER FORMARSI

Apprendi nuove strategie e tecniche aziendali concrete e applicabili

PER CRESCERE

Nuove opportunità di business e strumenti per far crescere la tua azienda

PER CONDIVIDERE

Confronto con i migliori imprenditori italiani con cui condividere idee per il futuro

Per diventare un membro di OSA Community devi:

- Avere un’azienda tua o esserne socio, con almeno 5 collaboratori
- Avere tempo da dedicare alla crescita personale
- Credere nei valori della condivisione

Accedi alla prenotazione della prossima serata di OSA Community con la tua email aziendale.

I PROSSIMI EVENTI OSA

Per diventare un membro di OSA Community devi:

- Avere un’azienda tua o esserne socio, con almeno 5 collaboratori
- Avere tempo da dedicare alla crescita personale
- Credere nei valori della condivisione

Accedi alla prenotazione della prossima serata di OSA Community con la tua email aziendale.

Copyright © OSA Community by Mete srl – Via Gran Sasso 6 – 20823 Lentate sul Seveso (MB)P.iva/C.F. 06888540967 – Registro delle imprese di MILANO Numero Rea:1921201 – Capitale sociale versato: 10.000€ | PrivacyPolicy

Seguici: